Pikmin Bloom: Alla scoperta del sushi con i nuovi Pikmin Sushi

Niantic, software-house californiana e leader nello sviluppo di tecnologie AR, annuncia l’arrivo su Pikmin Bloom di nuovi tipi di Pikmin decorati Sushi, le cui piantine si potranno trovare nei pressi dei ristoranti di sushi.

Le creaturine, create da Shigeru Miyamoto per Nintendo, aggiornano ancora una volta i propri costumi, aggiungendo ancora più topping e tipologie alle decorazioni sushi annunciate lo scorso anno, in pieno mood All-You-Can-Eat!

Pikmin Bloom - Sushi

Pikmin Bloom – Sushi

Gunkan-maki, un tipo di sushi che fu inventato sul momento per un cliente
Il gunkan-maki è un tipo di sushi roll spesso preparato con uova di salmone o ricci di mare, che vengono avvolti orizzontalmente invece che verticalmente. Questa forna inusuale confuse anche il suo stesso inventore nel 1941, o almeno, così si racconta. Si dice che un cliente abituale di un ristorante di sushi a Ginza abbia chiesto del sushi con sopra uova di salmone. Alcuni sostengono che non si trattasse di uova di salmone, ma di ricci di mare di Hokkaido portati da lui stesso! In ogni caso, lo chef non riusciva a capire come utilizzare l’ingrediente richiesto come guarnizione senza che si riversasse sul piatto, fino a quando non gli venne l’idea di avvolgere il sushi lateralmente per tenere le guarnizioni al loro posto. Questo esperimento portò alla creazione di uno dei tipi di sushi più popolari, che viene consumato ancora oggi! Piccola curiosità in più: “gunkan-maki” in giapponese significa “rotolo di corazzata”, in riferimento all’aspetto da incrociatore del sushi!

Pikmin Bloom

Pikmin Bloom

Negitoro – da dove deriva il nome
Il negitoro è un tipo di sushi molto popolare, caratterizzato da una deliziosa armonia di cipolline e tonno. Il nome così particolare deriva dalla combinazione delle parole giapponesi che indicano le cipolline (negi) e il tonno grasso (toro). Alcuni sostengono anche che il nome derivi dalla parola giapponese “negitoru”, che significa “scavare”. Questo perché gli chef devono scavare in profondità per staccare tutta la carne di tonno dalle ossa.

Le tazze da tè dei ristoranti di sushi
Si dice che il sushi sia stato inventato durante il periodo Edo del Giappone (1603-1867), dopo il quale crebbe rapidamente fino a diventare uno dei “fast food” più popolari dell’epoca. Allora, i locali dove mangiare sushi non erano tanto dei “ristoranti”, quanto piuttosto dei punti di ristoro. Ciò significava che i proprietari dovevano fare tutto da soli, dal prendere le ordinazioni e preparare il cibo all’assistenza ai clienti. Erano così impegnati che non riuscivano a soddisfare tutte le richieste di tè. Questo fece sì che iniziassero a utilizzare tazze molto più grandi per ridurre i rifornimenti. Tuttavia, le tazze contenevano così tanto tè che i clienti iniziarono a usare quello avanzato per sciacquarsi le mani dopo aver mangiato, il che li portò a usare le tende appese ai chioschi per asciugarsi le mani. Ben presto, la sporcizia delle tende iniziò a indicare la popolarità del locale. Più sporca era la tenda, più buono era il sushi.

Fonte: Comunicato Stampa

What is your reaction?

0
Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
Claudio Ferrari
Esperto di aeronautica ed automobili noto per la sua insaziabile curiosità verso l’evoluzione tecnologica. La sua passione per il volo e l’ingegneria delle automobili lo ha portato a condividere analisi e recensioni su aerei, automobili e le ultime innovazioni tecnologiche che li riguardano.