Un raro motoscafo Lamborghini in Piazza Martiri a Carpi, non capita tutti i giorni di vedere un motoscafo in centro storico a Carpi, cuore della pianura Padana, in provincia di Modena, e meno che mai se il motoscafo in questione è un prototipo motorizzato Lamborghini.

E’ successo mercoledi 17 luglio, quando il collezionista norvegese Fredrik Skjoeldt è giunto con due amici trainando su un rimorchio il prototipo realizzato nel 1989 dal cantiere italiano A. Mostes. Progettato per essere una versione da turismo dei motoscafi off-shore Lamborghini, il prototipo è equipaggiato con un motore V12 da 9,3 litri derivati dal famoso fuoristrada LM002 capace di erogare una potenza massima di 870 cavalli.

I collezionisti norvegesi erano stati in mattinata in una visita presso la Lamborghini di Sant’Agata Bolognese. In precedenza avevano fatto un giro dimostrativo del belissimo motoscafo Lamborghini nella laguna di Venezia e nei prossimi giorni saranno tra Antibes e Montecarlo e infine sul lago di Iseo per alcuni incontri con collezionisti ed estimatori. La deviazione carpigiana è stata organizzata insieme all’amico Raffaello Porro ed è stata un omaggio a una delle più belle piazze di Italia.

Stefano Mostes, bisnipote del fondatore Alessandro, guida insieme al fratello Massimo il cantiere A. Mostes e ricorda con piacere l’imbarcazione: “Fu realizzata in un esemplare unico, in kevlar a vinilestere, per un peso totale a secco di 2,500 kg. La particolare forma della carena è stata poi ripresa nei nostri modelli successivi ed è attuale ancora oggi. Realizziamo barche dal 1913, con cura artigianale, siamo molto legati alla tradizione ma guardiamo con interesse al futuro e non è da escludere che anche noi potremo proporre motorizzazioni elettriche.”