Inaugurata a Venezia la Biennale, la 58° Edizione dell’Esposizione Internazionale d’Arte, si può vivere a tutto tondo la città lagunare e una indimenticabile vacanza scegliendo un hotel 5 stelle, unico nel suo genere, come il Hilton Molino Stucky.

All’interno del panorama alberghiero veneziano, Hilton Molino Stucky Venezia, considerato un “Moderno capolavoro veneziano” per via del suo glorioso passato come mulino trasformato in un hotel 5 stelle, rappresenta la scelta ideale per godersi un getaway indimenticabile nella città lagunare.

Hilton Molino Stucky Venezia

Strategicamente posizionato sul Canale della Giudecca, agevolmente collegato alle due sedi principali dell’Esposizione, e con una vocazione artistica che caratterizza l’intera struttura, non perde infatti occasione di ospitare tra le proprie mura installazioni artistiche.

Da non perdere tra i bar dell’hotel lo Skyline Rooftop, che offre una vista mozzafiato su tutta la città, oltre al centro benessere, e soprattutto della più alta piscina panoramica di Venezia con vista senza eguali sulla città.

La propensione per l’arte e per il design è una caratteristica peculiare dell’hotel in quanto tutti gli ambienti sono stati pensati e realizzati in ogni minimo dettaglio utilizzando materiali di pregio ed elementi di design superiore. Ne è un chiaro esempio la Suite Presidenziale dove i lampadari in vetro di Murano si alternano ai ricercati tessuti Fortuny e alle opere dell’artista Marco Nero Rotelli.

In questo contesto si inserisce la mostra “Play with us” firmata dall’artista da Naby Byron. Si tratta di un’installazione giocosa, ma al tempo stesso molto provocatoria che riprende il tema del cavallo da giostra conferendo a questo simbolo un significato molto più profondo. A completare l’opera le musiche di Max (Massimiliano) Casacci, artista del noto gruppo Subsonica.