Un gruppo di attivisti francesi ha avviato una causa contro Apple in merito alla pratica di rallentamento degli iPhone più vecchi. In Francia l’obsolescenza programmata è un reato penale dal 2005.

L’iniziativa è del gruppo Halte à l’Obsolescence Programmée (HOP – Stop Planned Obsolescence). Altre azioni legali sono state avviate nell’ultima settimana negli Stati Uniti, contro Apple proprio per ragioni simili. Secondo HOP “Apple ha messo in atto una strategia globale di obsolescenza programmata per aumentare le vendite” di nuovi iPhone.

Come riporta il sito francese TheLocal, saranno i pubblici ministeri a decidere se portare avanti o meno la denuncia di HOP. In caso di colpevolezza la pena massima detentiva è di due anni, con una multa fino a 300.000 euro e il cinque percento del fatturato annuale dell’impresa.