Le emoji più usate – Dite la verità, ne usate a decine tutti i giorni. Perchè sono carine e simpatiche, e riescono ad esprimere con immediatezza il nostro stato d’animo. Ora, viene fuori con sgomento che Apple traccia anche le emoji, per poter dare una “migliore esperienza” d’uso. Ed il risultato è che il gigante di Cupertino conosce quante volte sono utilizzate. A dire la verità, la classifica è in linea di principio simile ai dati pubblici disponibili da Emojipedia e EmojiTracker.

La tecnologia di privacy differenziale Apple su macOS Sierra e iOS 10 e successive, consente all’azienda di raccogliere e aggregare dati anonimi da un gran numero di utenti pur preservando la privacy dei singoli utenti. Speriamo sia così. In ogni modo questa tecnologia si basa sul fatto che il rumore statistico sia parzialmente in grado di mascherare i dati individuali di un utente, prima di essere condiviso con Apple. Se molte persone stanno inviando gli stessi dati, il rumore aggiunto può mediare su grandi quantità di punti dati e Apple può vedere emergere informazioni significative. Al stessa Apple ha pubblicato il documento originale in PDF su Differential Privacy e Emoji.

Detto questo, osserviamo che c’è in testa la mia emoji preferita, ovvero il piangere dal ridere. Che poi se ci pensate bene è un’attività che fa bene alla salute. O no?