KIN Baleri Italia è stata presentata in occasione della Milano Design Week 2018, insieme a nuovi prodotti dalla personalità forte e contemporanea. Un risultato giunto alla fine prima fase di rilancio del brand sotto l’art direction di Aldo Parisotto di P+F Architetti. Fedeli al DNA dell’azienda e alla sottile ironia che da sempre ne caratterizza i prodotti, le novità si distinguono per la contemporaneità dell’estetica, la funzionalità, la versatilità, nonché la forte qualità di materiali e manifattura.

KIN Baleri Italia

Alla creazione della nuova collezione sono stati chiamati a collaborare progettisti internazionali e giovani designer, i cui lavori sono accumunati da un grande rigore che sposa una raffinata ironia. Con il coordinamento di Aldo Parisotto, nel contesto di una vision mirata al riaffermarsi del brand sulla scena contemporanea, ognuno dei designer ha interpretato, con il suo singolo approccio e personalità, l’identità dello storico brand.

I nuovi progetti includono anche KIN, una famiglia di sedie dining tra il domestico e il contract disegnata da Radice Orlandini designstudio. Trae ispirazione dalla tecnica giapponese del Kintsugi, che tende a valorizzare la rottura di un oggetto piuttosto che nasconderla, la seduta KIN Baleri Italia, un prodotto altamente versatile, perfetto anche per il settore contract.

Così come da tradizione nipponica, i designer hanno ricomposto in un’inedita soluzione estetica le diverse parti della struttura, che trasmettono l’impressione di un equilibrio apparentemente instabile. La struttura portante risulta nascosta alla vista e l’illusorio contrasto tra le varie parti può essere accentuato con finiture e materiali differenti. Tra i plus funzionali della discontinuità formale c’è un ridotto ingombro dei braccioli, in grado di offrire il giusto appoggio senza essere voluminosi e permettendo di posizionare comodamente la sedia sotto il tavolo.