Inc. ha annunciato che la società, per contribuire a porre rapidamente fine alla diffusione del coronavirus (COVID-19), ha aderito alla COVID-19 Countermeasure Declaration in qualità di membro fondatore. Secondo questa dichiarazione, si è impegnata a non far valere i propri diritti di proprietà intellettuale a favore dello sviluppo, della produzione e di tutte quelle attività il cui scopo è fermare la diffusione di COVID-19.

Per fermare la diffusione del COVID-19, è perentorio che le imprese, il governo e il mondo accademico superino le barriere esistenti e uniscano le forze, liberi dalle consuetudini consolidate, per poter accelerare lo sviluppo e la produzione di farmaci terapeutici, vaccini, dispositivi medici e prodotti per il controllo delle infezioni.

Le entità firmatarie della COVID-19 Countermeasure Declaration si impegnano a non far valere i propri brevetti, modelli di utilità, progetti o diritti d’autore durante l’attuale crisi contro qualsiasi attività il cui scopo è fermare la diffusione di COVID-19, tra cui le attività di diagnosi, prevenzione, contenimento e trattamento.

Eliminando la necessità di analisi complicate e dispendiose in termini di tempo, dei diritti di proprietà intellettuale dei dichiaranti e negoziando le licenze per tali diritti di proprietà intellettuale, la presente dichiarazione spiana la strada a mezzi di ricerca che siano il più rapidi possibili, oltre allo sviluppo e produzione degli strumenti più efficaci per combattere la diffusione di COVID-19.

Numerose entità che possiedono un consistente portafoglio di brevetti e organizzazioni del settore hanno aderito alla Dichiarazione in questione in risposta all’invito del professor Fumihiko Matsuda dell’Università di Kyoto e di Canon. I membri fondatori della Dichiarazione accolgono con favore altri proprietari di diritti di proprietà intellettuale per unirsi a loro e contribuire ulteriormente all’obiettivo di arrestare la diffusione di COVID-19.