Arriva entro l’anno Mole Urbana, il quadriciclo elettrico, 100% made in Italy progettato per le città. Non sarà in vendita, ma si potrà solo noleggiare. Si può iniziare a guidare già da 14 anni.

Il progetto del designer Umberto Palermo, che ha disegnato il quadriciclo, è a buon punto e, quando l’emergenza Covid-19 sarà finita, inizierà la produzione. Sono già pronti i primi prototipi e gli obiettivi sono stati delineati: produrre 50 pezzi entro quest’anno, altri 150 nel 2021, per arrivare a 200 nel 2022 e a 300 nel 2023.

mole urbana quadriciclo
mole urbana quadriciclo

La baby city car Mole Urbana sarà prodotta ed elettrificata in Toscana, dalla Pretto, azienda di Pontedera, che lavora già per Piaggio, per la cinese Dongfeng e per la giapponese Isuzu.

Umberto Palermo ha coinvolto anche altre aziende torinesi: l’approvvigionamento dell’alluminio alla Ett1, la distribuzione e il noleggio saranno affidati alla Movim, azienda leader nel noleggio a lungo termine.

Per vedere e provare Mole Urbana bisognerà aspettare la fine dell’emergenza Covid-19. I prototipi saranno svelati al Milano-Monza Open Air Motor Show, che al momento è confermato in attesa di vedere come si evolverà la situazione.

Mole Urbana: le caratteristiche

Mole Urbana è al 100% elettrica. Le forme sono seducenti: una carrozzeria dei modelli di inizio ‘900 e forme futuristiche. E’ costruita con profili di alluminio e si ispira agli infissi dei grattacieli.

mole urbana quadriciclo
mole urbana quadriciclo

E’ un quadriciclo modulare su misura. Come per l’abbigliamento avrà taglie diverse, Small, Medium, Large: potrà avere, infatti, da uno a tre posti. Una delle versioni sarà pensata per chi non ancora maggiorenne.
Le misure sono: la SMALL è lunga 3,2 metri, larga 1,49 metri ed alta 1,4 metri. La MEDIUM ha una lunghezza di 3,4 metri, una larghezza di 1,49 metri ed un’altezza di 1,4 metri. La LARGE è invece lunga 3,7 metri per una larghezza di 1,49 metri ed un’altezza di 1,20 metri.

mole urbana quadriciclo
mole urbana quadriciclo

La vettura va da un minimo di 75 km di autonomia fino a 150 km a seconda delle batterie. La velocità si adegua alla regolamentazione dei Comuni, quindi non supera i 50 km orari. Mole Urbana è corredata inoltre di un monopattino elettrico per occupante, che si ricarica mediante la dinamo collegata alle ruote del quadriciclo, in modo da affrontare al meglio i percorsi cittadini.

Gli interni sono modulari. Il volante è una cloche come quella di un aereo, i sedili sono alti, la plancia è fatta da alveoli di cartone pressato dove si possono riporre comodamente oggetti e borse della spesa.